Associazione Genitori Jatini > Iniziative > In Rete Consapevolmente

“In Rete Consapevolmente”
in collaborazione con Eos Onlus


Il progetto “In Rete Consapevolmente”, finanziato dalla Regione Siciliana assessorato regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali e del Lavoro, vuole contribuire a sensibilizzare i minori delle scuole secondarie di primo grado dei comuni di San Cipirello, San Giuseppe Jato e Camporeale e le relative famiglie all’uso responsabile del web. Internet è ormai diventato lo spazio del sapere, della comunicazione, della condivisione, dell’intrattenimento, delle relazioni, degli acquisti. Nello stesso tempo l’uso distorto o improprio di Internet può esporre i giovani utenti a nuovo rischi quali: cyberbullismo, grooming, sexting, pedopornografia on line, videogiochi online, phishing, gioco d’azzardo online, dipendenza da internet, ecc.

È importante pertanto parlare di consapevolezza e corretta informazione nella prevenzione di questi episodi, anche nel contesto scolastico.

Titolare del progetto l'associazione EOS Onlus con la quale AGJ si è costituita in ATS (Associazione temporanea di scopo). Il progetto,che avrà una durata complessiva di 10 mesi, si pone i seguenti obiettivi:

  • Promuovere un uso consapevole e responsabile di Internet, andando incontro al crescente bisogno di sicurezza digitale a favore degli utenti adolescenti;
  • Intervenire attraverso una duplice direzione: di sostegno ai minori vittime di atti di violenza e di rieducazione ai minori artefici di tali condotte;
  • Informare e sensibilizzare i genitori verso il ruolo attivo nei confronti del figlio-utente, relativamente all’uso sicuro di Internet e dei nuovi media;
  • Formare ad un corretto utilizzo di Internet (aspetti relazionali e aspetti sociali);
  • Informare sui rischi: cyberbullismo, cyberstalking, pornografia, pedopornografia, gioco d’azzardo online; virus e spam; informare sulle leggi vigenti in fatto di privacy, diritti d’autore, furto di dati personali, furto di denaro; sui siti illegali (che inneggiano all’odio, alla violenza), sui rischi da dipendenza online;
  • Fornire formazione sui sistemi per prevenire ed evitare i rischi;
  • Promuovere forme di partecipazione attiva dei giovani adolescenti alla vita scolastica e sociale;
  • Divulgare e valorizzare delle buone prassi in tema di sicurezza in rete e promuovere l’uso consapevole di Internet contro le insidie ad esso correlate.


Le attività:

  • Incontri didattici/formativi per adolescenti e genitori: saranno organizzati diversi incontri tematici presso le scuole secondarie di primo grado; le lezioni di educazione digitale saranno tenuti dagli esperti (psicologi, assistenti sociali, avvocati e operatore informatico) e verranno realizzate sia in orario scolastico che in orario extrascolastico.
  • Campagna informativa di educazione digitale: sarà organizzata presso le scuole secondarie di primo grado e, a fine progetto sarà pubblicato e al contempo consegnato ai beneficiari del progetto un vademecum inerente le pratiche più comuni per un uso “sicuro” di Internet e dei media.



Agli incontri tematici seguirà fase esperienziale con il gruppo classe mediante l’ausilio di specifiche tecniche metodologiche come il: Brain storming, Peer education, Attività di educazione ai sentimenti e training sull’assertività; Role–playing; Attività basate sulla discussione e scrittura creativa (attraverso adozione di testi di letteratura sul tema); Visione di filmati inerenti la tematica trattata con gruppi di discussione.

Le tecniche didattiche permetteranno agli alunni di lavorare alla elaborazione e co-produzione del “vademecum” inerente pratiche e costrutti per un uso “sicuro” dei media e del mondo virtuale.

Nella fase conclusiva verrà organizzata la giornata-evento “In rete Consapevolmente” rivolta ai beneficiari e all’intera cittadinanza interessata dall’attività progettuale.

La giornata verterà sulla promozione, prevenzione, informazione e sulla sensibilizzazione del fenomeno attraverso un’analisi delle attività svolte, nonché attraverso la realizzazione di un concorso artistico incentrato sul fenomeno. I lavori realizzati saranno esposti alla cittadinanza locale e discussi al fine di far riflettere e sensibilizzare. Gli elaborati migliori infine verranno premiati ed esposti all’interno degli istituti scolastici. La proposta si colloca nell’ambito del progetto della “Settimana della Legalità” – Riconoscersi attraverso il territorio: legalità in azione (seconda edizione).

Pagina Facebook